Varie / Critiche / Ricerche

L’oreal al 45% di sconto !

Sono un grossista e non nascondo le difficoltà attuali del mercato perchè è sempre più evidente che i consumi dai parrucchieri stanno calando. Adesso poi ci si mettono anche quelli della rivista “estetica” che col loro ecommerce fanno sconti sull’oreal del 45% !!! Questa azienda (L’Oreal) è sempre stata per tutti noi un punto di riferimento per tutto : marketing, commerciale, pubblicità, formazione, promozione, novità etc. Oggi non condivide più il mercato ma lo sfrutta soltanto. E’ arrivato il momento di cambiare il RE !

COTY – WELLA

Il gruppo COTY, che ha nella sua divisione PROFESSIONAL BEAUTY il marchio WELLA, ha istituito un leadership team di 13 persone per guidare nel mondo lo sviluppo degli affari. La presidente SYLVIE MOREAU potrà quindi contare sulla collaborazione di managers che gestiranno ognuno un’area geografica. In questo team ci sono diversi personaggi con grande esperienza, ma nessun italiano : SYLVIE MOREAU, PHIL ROBERTS, SREBRENKA HANAK, PHILIPPE GEORGES, MICHELLE MASON, PETER COLES, MARIUS DE BRUIN, SAL MAUCERI, PETER COLES, LAURA SIMPSON, JUAN DE INZA, NINA MOISE, LAURENT NIELLY, RICHARD RE COLONNA D’ISTRIA.

QUANTI TROMBATI !

Ho letto con attenzione la TOPHAIRSTYLISTS 2016 e mi sono divertito a guardare i nomi dei pubblicati. Ho notato che ci sono un casino di nomi trombati ! Questa crisi ha tagliato immagine e fatturati anche a chi si credeva un padreterno e ho visto invece tanti nomi di astri nascenti. Per fortuna il settore è in ricambio e lascia spazi anche ai giovani ultimi arrivati. W

parr…….?!

PARRUCCHIERARE, PARRUCCHIERANDO, PARRUCCHIEROSO non vi sembrano termini che danno negatività al nostro mestiere ? Hanno un significato che esprime superficialità, negligenza, di non acculturati, etc: Non sono certo nomi che portano “immagine” !!! Io non ho fatto la 5° elementare e non voglio essere accomunato con queste espressioni. Se volete PARRUCCHIERATE voi.

parrucchieri a domicilio

Acquisti on line e CONSEGNA a DOMICILIO ormai per tutti i prodotti. Ma il parrucchiere italiano perché non pensa, come in molti stati stranieri, a trovare uno spazio “professionale” a DOMICILIO?

È una bestemmia? Forse no!

Non dobbiamo certamente far pagare “meno” questi servizi esclusivi… e allora pensiamoci!

TORINO senza titolo

Ma vi sembra una cosa normale pagare 290 € per un biglietto d’ingresso alla fiera di Torino ? Ci saranno pure 25 pedane ma questi non hanno mai visto come fanno a Londra all’Exell ? E poi come si giustifica il sistema offerto da un’azienda che regala l’ingresso gratuito con l’acquisto del loro software ? Ma quanto costa questo software ? O meglio, cosa costa veramente l’ingresso a questa fiera ? Ma noi parrucchieri abbiamo una intelligenza così bassa per subire cose di questo genere ? DEVO CAMBIARE MESTIERE per lavorare tra chi ha testa e intelligenza ?

CRISI, CRISI, CRISI….

Crisi del MERCATO, crisi delle AZIENDE, crisi di MANAGER, crisi di VENDITORI, crisi di PARRUCCHIERI TOP……ma che succede ? Non sta emergendo nessuno ! E’ forse giusto quel che si dice e cioè che da quando L’Oreal e Wella hanno abdicato al loro ruolo di leader, emergono le lacune non potendo più COPIARE (I bravi erano quelli che copiavano bene e quindi….facevano bella figura!)

The Hand of Fashion

The Fashion Institute of Technology (FIT) and the Ethical Fashion Initiative’s The Hand of Fashion lecture series continues this week in New York. 

Running till May 2016, the series will welcome four more guests: Miguel Fluxá (Camper), Hirofumi Kurino (UNITED ARROWS), Aurora James (Brother Vellies) and Floriane de St Pierre (Floriane de Saint-Pierre et Associés).

 The lectures will continue to address the issue of sustainability in the fashion industry. The lectures are free and open to the public. To attend, please register online > http://www.fitnyc.edu/art-and-design/hand-of-fashion

 For anyone unable to make it to New York, the lectures will be live streamed > http://livestream.com/FIT

 This week’s lectures take place on Wednesday 20th April and Friday 22nd April:

 Wednesday, April, 20, 6pm, Katie Murphy Amphitheatre, FIT, Seventh Ave. and 27 St.

Company Culture Matters

Simone Cipriani and Miguel Fluxá, Chief Executive Officer, Camper

Company culture helps shape the supply chain, as well as how a company adopts and implements sustainable measures. Miguel Fluxá, president of the iconic shoe brand Camper, discusses some of the brand’s innovative projects.

 Friday, April, 22, 6pm, Katie Murphy Amphitheatre, FIT, Seventh Ave. and 27 St.

Artisanship in the Supply Chain

Simone Cipriani and Hirofumi Kurino, Co-Founder and Creative Advisor, United Arrows

Visionary Hirofumi Kurino has shaped Japan’s most iconic brand through his belief in the value of artisanship and sustainable practices. His company United Arrows and its label TÉGÊ are both built around these beliefs, and benefit from their collaboration with the EFI.

 The Hand of Fashion is presented by FIT’s School of Arts and Design and the School of Graduate Studies.

 We look forward to seeing you in New York.

FACEBOOK è una p….ta !!!!

Facebook tutti ce l’hanno, tutti lo devono avere, è una ondata tsunami di moda ! Ma… facebook non è che il modo di fare pubblicità per i poveri e i furbi e il centro mondiale del pettegolezzo (tutto gratuito !) . Ci mettiamo in vetrina(anch’io) perchè abbiamo un grande complesso di insicurezza e sentiamo il bisogno di conferme dagli altri: vogliamo apparire anche noi ! Le “amicizie” sono false, sono amicizie interessate solo per vendere di più ! Abbiamo perso il valore del termine “AMICIZIA” !!!. Abbiamo messo in piazza la nostra privacy! E poi abbiamo fatto il conto di quanto (tempo) ci costa essere operativi su questa piattaforma ? Però è di moda, lo fanno tutti.