Varie / Critiche / Ricerche

www.hairadvisor.com racconta balle ?

Non ci risulta che www.hairadvisor.com, sito chiaramente collegato all’Oreal, abbia 120.000 visitatori al mese come da loro dichiarato !Con un Rank di 589.802 è un risultato impossibile ! E’ più verosimile che li faccia in un anno. Certo che sono grandi anche nelle balle !!!!!!

RIDO per non PIANGERE !

Ho scoperto che diversi parrucchieri che si fanno chiamare “hairstylist” e fanno i GURU sui palchi o in trasmissioni altro non sono che “PICCOLI PARRUCCHIER” con uno max due collaboratori. Ma come si fa ad ascoltare e imparare da soggetti che non hanno successo con la loro attività ? L’Italia sta diventando una bidonville organizzata da aziende altrettanto “fantasma”. Ma facciamo i seri per favore. La prossima volta comincio a fare nomi e cognomi.

L’oreal al 45% di sconto !

Sono un grossista e non nascondo le difficoltà attuali del mercato perchè è sempre più evidente che i consumi dai parrucchieri stanno calando. Adesso poi ci si mettono anche quelli della rivista “estetica” che col loro ecommerce fanno sconti sull’oreal del 45% !!! Questa azienda (L’Oreal) è sempre stata per tutti noi un punto di riferimento per tutto : marketing, commerciale, pubblicità, formazione, promozione, novità etc. Oggi non condivide più il mercato ma lo sfrutta soltanto. E’ arrivato il momento di cambiare il RE !

COTY – WELLA

Il gruppo COTY, che ha nella sua divisione PROFESSIONAL BEAUTY il marchio WELLA, ha istituito un leadership team di 13 persone per guidare nel mondo lo sviluppo degli affari. La presidente SYLVIE MOREAU potrà quindi contare sulla collaborazione di managers che gestiranno ognuno un’area geografica. In questo team ci sono diversi personaggi con grande esperienza, ma nessun italiano : SYLVIE MOREAU, PHIL ROBERTS, SREBRENKA HANAK, PHILIPPE GEORGES, MICHELLE MASON, PETER COLES, MARIUS DE BRUIN, SAL MAUCERI, PETER COLES, LAURA SIMPSON, JUAN DE INZA, NINA MOISE, LAURENT NIELLY, RICHARD RE COLONNA D’ISTRIA.

QUANTI TROMBATI !

Ho letto con attenzione la TOPHAIRSTYLISTS 2016 e mi sono divertito a guardare i nomi dei pubblicati. Ho notato che ci sono un casino di nomi trombati ! Questa crisi ha tagliato immagine e fatturati anche a chi si credeva un padreterno e ho visto invece tanti nomi di astri nascenti. Per fortuna il settore è in ricambio e lascia spazi anche ai giovani ultimi arrivati. W

parr…….?!

PARRUCCHIERARE, PARRUCCHIERANDO, PARRUCCHIEROSO non vi sembrano termini che danno negatività al nostro mestiere ? Hanno un significato che esprime superficialità, negligenza, di non acculturati, etc: Non sono certo nomi che portano “immagine” !!! Io non ho fatto la 5° elementare e non voglio essere accomunato con queste espressioni. Se volete PARRUCCHIERATE voi.

parrucchieri a domicilio

Acquisti on line e CONSEGNA a DOMICILIO ormai per tutti i prodotti. Ma il parrucchiere italiano perché non pensa, come in molti stati stranieri, a trovare uno spazio “professionale” a DOMICILIO?

È una bestemmia? Forse no!

Non dobbiamo certamente far pagare “meno” questi servizi esclusivi… e allora pensiamoci!